Strategia: Quando fare check

poker_vt_review_2

Quando fare check giocando a poker texas hold’em?
Vediamo le considerazioni fatte in merito da Daniel Negreanu nel suo libro Power Hold’em Strategy.

Nel capitolo dedicato allo stile di gioco small ball, Negreanu spiega in quali situazioni sia corretto fare check.
1 – Quando hai un progetto e vuoi ottenere una carta gratis: Puntando sul flop un avversario potrebbe controrilanciare e farti abbandonare la mano che potenzialmente sarebbe potuta migliorare.
2 – Quando una volta sceso il flop difficilmente qualcuno potrà battere la tua mano: se tu avessi A A e il flop fosse 2 2 9 dare una carta gratis sarebbe poco rischioso. Se il tuo avversario avesse una mano come K Q potresti vincere un piatto maggiore una volta che al turn scendesse un K o una Q che gli darebbero la top pair.
3 – Quando hai una mano marginale su un board pericoloso: con un board pericoloso è meglio fare check e vedere cosa accade al river anche se in quel momento pensi di avere la mano migliore. Se tu avessi 9 9 e il board è 9c 10c Jp fare check è una buona soluzione, se al turn scendesse ad esempio un Kc, un 7, un 8 o una Q limiteresti le tue perdite.
4 – Quando ritieni che il tuo avversario abbia centrato il flop: quando grazie a un tell ritieni che il tuo avversario abbia centrato qualcosa di grosso il check è ovviamente d’obbligo. Osservare l’avversario è importante e ti farà risparmiare puntate che in altri frangenti sarebbero state automatiche.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *