Stabilire un’immagine tight al tavolo

allen-cunningham-7

Nel poker l’immagine conta. Durante un torneo, la tua immagine al tavolo aiuterà a determinare quanta azione ottieni ed infine come puoi manipolare i tuoi avversari nel fare grandi call o laydown nei momenti sbagliati.
Lo stabilire un’immagine loose aggressive sin dalle prime fasi può aiutarti a costruire il tuo stack di chips iniziale, credo sia importante sviluppare un’immagine tight al tavolo nelle fasi più avanzate di un torneo poiché ti dà l’abilità di manovrare nei momenti in cui le chips contano di più.
Quando tutti foldano, alcuni giocatori raiserano sempre dal cutoff o dal bottone. Il problema di questo tipo di gioco è che è facilmente prevedibile e può essere facilmente sfruttato. Se raisi sempre dal bottone, i giocatori che sono di buio ti scopriranno prima o poi e ti faranno un enorme re-raise con qualsiasi carta. Potrai trovare anche giocatori che ti chiameranno con mani appartenenti ad un più ampio raggio dai bui, che ti metteranno di fronte a grandi check-raise al flop.
Perchè lo fanno? Perchè ti sei presentato con un’immagine loose al tavolo raisando ogni volta che foldavano prima di te. Durante le fasi avanzate, questa immagine intralcia la tua abilità di manovrare poiché ogni volta che proverai a fare una mossa, è probabile che qualcuno faccia una contromossa.
Non ci vorrà molto prima che la tua immagine loose ti renda il target dei giocatori esperti (o anche dei giocatori inesperti che saranno stanchi di essere pressati). L’ammontare di chips che rischi nell’essere loose in queste situazioni solitamente non vale la pena di avere come ricompensa il solo fatto di raccogliere i bui. Fate attenzione però perché quando giocate troppo chiusi finite col mancare molte opportunità di accumulare chips lentamente o anche solo di sopravvivere. Idealmente, dovreste progettare un’immagine molto tight mentre in effetti dovreste essere a metà tra le standard percezioni di “loose” e “tight”.

Ho un consiglio davvero semplice che può aiutarvi con questa parte del vostro gioco. Può sembrare così semplice che potreste domandarvi del perché l’abbia menzionato, ma in effetti è una delle mie più importanti regole. Foldate sempre le scartine.

Foldando sempre le scartine, raggiungerete questi obiettivi:
• Resisterete alla tentazione di provare a rubare i bui solo perché prima di voi tutti hanno foldato. Con il livello di aggressività che caratterizza il gioco moderno, è meglio passare delle brutte mani anche se in posizione.
• Eviterete di trovarvi pot-committed in una mano che solitamente è dominata in una sfida con uno short stack. Per esempio: se raisate dal cutoff di tre volte il grande buio con J-3 cercando di rubare i bui e un giocatore con uno stack di 8 volte i bui va all in dopo di voi, vi troverete in una brutta situazione. E’ dunque meglio evitare queste situazioni.
• Ma più importante di tutto, fortificherete la vostra immagine di giocatore tight. Ora quando raisate con una mano tipo A-8, potrete essere sicuri che la vostra immagine tight vi consentirà di rubare i bui anche se in effetti state giocando un po’ loose.

Un’altra tentazione che i giocatori devono affrontare è quella di sfidare i bui di un giocatore solo perché lo vedono debole. Io raramente ci provo se non ho una mano decente.

Usando la mia immagine tight al tavolo mi ha permesso di manovrare un ampio campo di giocatori all’evento dal buy in di 5.000$ Pot Limit Hold’em alle WSOP 2007. Dopo aver raddoppiato all’inizio del Day 2, ho usato la mia immagine al tavolo nelle fasi più avanzate per rubare i bui e aggiudicarmi un numero di piatti in situazioni chiave. Sono stato in grado di andare avanti così fino al tavolo finale dove sono stato fortunato abbastanza da vincere il braccialetto.
Ricordate, ci vogliono più che delle buone carte per essere un giocatore vincente. Creando una solida immagine al tavolo più in là nei tornei, potrete davvero essere in grado di giocare una più ampia varietà di mani rispetto a ciò che i vostri avversari si aspettino e aggiudicarvi piatti chiave nei momenti critici.
Allen Cunningham

Allen Cunningham è detentore di 5 braccialetti WSOP, si è piazzato quarto al Main Event delle WSOP 2006 ed è stato nel 2005 il giocatore WSOP dell’anno


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *