Quanto conta la fortuna nel poker?

Il poker è un gioco che, se svolto bene, può garantire certezze economiche molto sostanziose. Quanto conta, dunque, la fortuna?

Trattandosi di gioco d’azzardo (dato che riguarda scommesse e rischi) la fortuna sicuramente conta moltissimo. Il poker, però, di particolare ha la necessità di trovarsi ad avere giocatori che abbiano un Q.I. notevole. Perché questo? Perché è un gioco anche molto psicologico ed intellettuale.

Molti giochi, che siano d’azzardo, semplici giochi di carte, da tavola o anche videogiochi, richiedono sicuramente strategia e mente acuta per potersi muovere al meglio e averla vinta sugli avversari. Qualità spesso appartenenti a menti maschili, perché più predisposte ad una mente matematica; questo è quello che si è sempre notato, eppure vi sono anche molte donne in grado di farsi notare e avanzare rispetto agli altri, nell’ambito del gioco. Il poker richiede anche molta psicologia e molta intuizione, qualità che le donne hanno più sviluppate dalla loro.

Psicologia, specialmente per l’argomento ”poker face” e’ la capacità di simulare o dissimulare un atteggiamento che riguarda l’espressione facciale in modo da deviare le mosse dei giocatori che prendono parte ad un tavolo. Intuizione perché bisogna ovviamente intuire anche se e quando un nostro avversario sta bluffando, e quindi arrivare a capire che tipo di mano ci si aspetta da esso. La passione, comunque, è la base di ogni cosa.

Ci sono giocatori di poker che hanno iniziato tardi e magari svolgevano tutt’altro, e hanno scoperto all’improvviso di avere talento. La capacità analitica e di calcolo, trattandosi di un gioco in cui si vincono o si perdono soldi, oltretutto, è necessaria. Questo perché bisogna capire, sapere se la puntata che si sta attuando conviene in un determinato momento, rispetto agli avversari, al budget e alla tipologia di gioco. E’ consigliabile, oltre alla pratica frequente in vari circoli, con varie persone di diversa esperienza e in varie tipologie di gioco, anche la lettura di enciclopedie o biografie di campioni che suggeriscono le loro strategie vincenti, al fine di apprendere sempre di più e di poter incanalare anche passivamente punti di vista tecnici diversi e magari rielaborarli al fine di creare un proprio metodo per vincere.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Emy Camilli

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *