Perchè l’Italia è andata male alle WSOP 2017?

L’Italia quest’anno non se l’è cavata molto bene alle World Poker of Series, purtroppo. Quali sono le cause?

Il day 2 (secondo giorno) delle WSOP di quest’anno ha segnato in negativo l’Italia. Al ”Rio” tutti hanno assistito al crollo collettivo dei giocatori azzurri. Nell’evento#66 si ripete la solita storia, anche se almeno il giocatore Gianluca Speranza è riuscito ad entrare in zona premi prima di uscire dal gioco.
Quattro erano i giocatori italiani a sperare, in mezzo ai 348 giocatori rimasti. Naturalmente l’obiettivo comunque riguardava una bella somma di denaro. Occorreva entrare tra le 203 posizioni ”In the Money”, cosa che appunto è riuscito a fare solo Speranza; Butteroni, Crisari e Roberti hanno subito sconfitta ed eliminazione prima del momento clou.

Gianluca Speranza è al 69esimo posto per 8.173 dollari, ricompensa non scarsa che tuttavia non riempie il vuoto e non sostituisce l’amarezza della sconfitta.
C’è da dire che già durante il day 1, al flight d’apertura del $10.000 Tag Team, primo evento open, non era risultato nessun italiano in gara.

Nessun vincitore italiano, dunque, tra i primi 19, nonostante alcune ottime performances. Discorso diverso per i grandi nomi stranieri; Todd Brunson saluta dopo aver raggiunto il suo quindicesimo posto, Matthew Kelly al dodicesimo.
Mike Matusow si è aggiudicato 295.000 pezzi e James Obst 260.000 unità. Il futuro campione si guadagnerà ben 273.962 ed il consueto braccialetto WSOP.

La fortuna non ci ha assistiti, anche se Sammartino e Pescatori si sono piazzati ai piani alti rispettivamente nel $111.111 High Roller for One Drop e nel $1.500 H.O.R.S.E.
Niente da fare per Minieri, fuori ad appena il debutto in questa edizione delle WSOP e per l’italiano più vincente nella storia del poker, Mustapha Kanit, out non oltre la terza giornata.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Emy Camilli

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *