Nomignoli e Carte da gioco

 

Sono tanti gli appassionati di giochi con le carte, specie con quelle francesi. Una passione che possono rendere al meglio sia nelle canoniche sale da gioco e che nei moderni casinò online come 32red.it, che permettono di poter mettere in pratica la propria passione comodamente ed in sicurezza, da casa propria.

Gli stessi appassionati, visto il loro rapporto particolare con le carte, hanno anche imparato a dare loro dei nomignoli. Sono stati soprattutto gli statunitensi a dare i nomignoli più disparati: una maniera quasi “confidenziale” di rivolgersi alle carte che riguarda soprattutto le carte più alte, come l’asso, le figure ed i dieci, che complessivamente sono detti “Broadway Cards” o “”Honor Cards”.Tutti gli assi da soli prendono il nome collettivo di “No Spotters”, “Whiteskins” e “Wheelcards”. Ovviamente, c’è anche il corrispettivo dell’italiano “figure”, che riguardano soprattutto la loro realizzazione stilistica: “Coat Cards” ,“Court Cards”, “Face Cards”, “Figure, Liners”, “Paints”,”Paintskins”, “Pictures”, “Picture Cards”, “Redskins”, “Rembrandts”,”Royal Cards”, “Picasso”.

E sono proprio gli assi e le figure, che, presi singolarmente, hanno solleticato più di tutti la fantasia dei giocatori: per i primi si usano soprannomi come “Clover”, “Blackberry” e “Puppy Foot” (per l’asso di fiori), “Spadille”, “Tax Card” (per l’asso di picche), “Pig’s Eye” (per l’asso di quadri). Ancora più vasto il panorama dei nomignoli per le figure. Alcuni ricalcano la vecchia credenza che ad ogni carta sia associato un personaggio storico: per i cuori, il re ad Alessandro Magno, la regina alla la madre biblica di Giuseppe, Rachele, il fante ad Etienne de Vignoles, comandante dell’esercito francese per Giovanna d’Arco, per i quadri il re a Giulio Cesare, la regina alla principessa di Argo Argeia, il fante al cavaliere di Carlo Magno Uggieri il Danese, per i fiori il re a Carlo Magno, la regina all’eroina ebraica Giuditta, il fante al comandante dell’esercito israeliano contro i siriani Giuda Maccabeo, per le picche il re a Davide, la regina ad Atena Pallade ed il fante ad Ettore.

Le altre carte hanno soprannomi derivanti dal bridge o da altri giochi, come il “Cassino”: il 10 di quadri è infatti detto “Big Cassino” ed il due di picche “Little Cassino”.

Non solo le singole carte, ma anche le combinazioni hanno un loro “nickname”. I tanti giocatori delle sale giochi e dei casinò online si possono così imbattere nel doppio asso che diventa “American Airlines” o nella combinazione asso – re (A-K), che diventa “Anna Kournikova”, che qualcuno, un po’ malignamente, sostiene che, come la famosa tennista russa, sia bella a vedersi ma di poca utilità.

Un tipo di poker che e’ anche molto interessante e’ sicuramente il poker online di bwin. Si puo’ scegliere tra l’ altro tra diverse poker rooms, tra cui quella rubino e quella d’ oro, e si gioca con veri croupier. bwin offre tra l’altro anche altre modalita’ di gioco, come le scommesse sportive, ed offre anche le quotazioni di una gamma vastissima di sport, tra cui le quote calcio, le quote basket e quote tennis.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *