Le Iene e il poker on line: la verità è nel mezzo

Ricordate quando nella scorsa poker news abbiamo parlato delle Iene che avevano smascherato una truffa su una poker room che derubava gli ignari players del sito illegale? Beh, forse qualcosa è andato storto alla produzione del famosissimo show di italia uno, visto che già nella news poker di qualche settimana fa,  avevamo ravvisato qualche incongruenza nel servizio e nelle dichiarazioni del famoso pentito ex agente di poker room. Giusto per rinfrescarvi la memoria vi ricordiamo come la poker room in questione fosse stata dichiarata illegale dal tizio mascherato con tanto di prove e affermazioni veritiere; durante lo scoop delle Iene infatti il giovane ex agente aveva addirittura dimostrato, durante una partita a poker on line con le ignare vittime della truffa, di poter accedere ad un software che gli avrebbe consentito di vedere le carte degli altri e di poter così spogliare letteralmente in pochissime mani di poker i suoi avversari costringendoli a perdere ingenti somme di denaro. È proprio qui che avevamo svelato alcuni inghippi e contraddizioni nella partita presa in esame e di come fosse anomalo il fatto che su un tavolo heads up ci fosse possibilità di raise con l’avversario già in all in, perché c’era la stessa cifra per call e raise, perché in quel servizio non si facevano i nomi dei truffatori e della poker room, visto che “il pentito” aveva lavorato per diversi anni per quel sito di poker on line? Cosa ancora più strana è il fatto che il ragazzo avesse ancora a disposizione gli strumenti per usare quel software che gli consentiva di guardare le carte dei suoi avversari; dopo un’attenta analisi e dopo che il sito delle Iene era stato preso d’assalto con mail di protesta contro quel servizio la sera stessa, la giornalista Nadia Toffa, insieme alla produzione  che aveva realizzato l’intervista e il reportage, hanno deciso di rimuovere il video per qualche ora dal sito per poi farlo riapparire ritoccato e aggiustato in alcune parti. Ma vediamo come e dove il servizio è stato modificato: nella famosa partita dimostrativa denunciavamo come era impossibile realizzare il flop con due carte ed allora ecco che il make up del video entra in azione. Non ci sono più due carte sul tavolo infatti, il 10 di picche e la donna di fiori, ma se ne aggiunge un’altra e cioè il 9 di fiori! La brutta figura rimediata dalla Toffa e compagni resta invariata e non può essere modificata come nel video ma una cosa resta dopo aver vissuto questa vicenda e cioè la mancanza di serietà da parte di un programma che denuncia e smaschera continuamente furti e truffe da parte di gente senza scrupoli, e che, è riuscita in malissimo modo a mettere in cattiva luce anche il mondo del poker on line, fatta anche di tantissima gente seria che ogni giorno lavora in modo professionale e fa divertire milioni di players di poker on line in tutto il mondo.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *