Le condizioni per restare in gioco dopo il Flop

flop

Come abbiamo visto in precedenza, è al Flop che si decide, nella maggior parte dei casi, la combinazione che ci porteremo fino alla fine della mano: più di sette mani su dieci sono definite, quanto alla formazione del punto, con le sole prime tre carte comuni! Quindi con una sola puntata, o al più due se siamo di buio o controbuio, ci faremo un’idea assai verosimile del destino della nostra mano. Facciamo un esempio concreto: se in una mano ci vengono serviti AC e QC, e il Flop è 9C 4C e 2H, a questo punto non abbiamo in mano una combinazione forte, ma abbiamo carte con un potenziale molto alto. Se viene scoperta un’altra carta di fiori, avremo un Colore, e badiamo, non un Colore qualsiasi, ma il più forte tra tutti i Colore possibili, poiché abbiamo noi l’Asso in mano, e dunque anche se un altro giocatore arrivasse ad avere Colore non potrebbe in nessun modo battere il nostro punto. E quanto alle nostre carte, anche se il Colore non dovesse entrare, nel caso venisse estratto un Asso o una donna (Q) potremmo lo stesso riuscire a vincere il piatto…

Vedere il Flop, attendere il Turn

Volendo dare una regola generale, possiamo dire che è il caso di continuare oltre il Flop solo se grazie ad esso siamo arrivati ad avere una Coppia alta e una buona carta di supporto (Kicker), oppure un progetto di Scala o di Colore, in questo caso con almeno due avversari in gioco, così che possa valerne la pena in termini di piatto che potremo eventualmente vincere.

L’importanza della carta di supporto (kicker) merita una riflessione particolare: visto che nel Poker Texas Holdem vi sono in gioco molte carte comuni, può capitare spesso che i giocatori abbiano in mano praticamente le stesse carte, con l’eccezione appunto del kicker, la carta in più che non entra direttamente in combinazione a formare il punto. Quando ha luogo questa situazione di combinazioni pari, è proprio il kicker che determina chi vince il piatto in questione. E’ per questo che i giocatori apprezzano molto che vengano loro servite le carte AK (che sono spesso chiamate dai pokeristi “Big slick”). Infatti, con queste carte in mano, se esce un Asso o un K ci si ritrova con la Coppia più alta e con il miglior kicker possibile.

Andamento della mano La nostra decisione se proseguire dopo il Flop, e nel caso se vedere o rilanciare, deve essere basata anche su un’analisi attenta della relativa aggressività o passività mostrata dagli altri giocatori durante lo svolgersi della mano in oggetto. Questa sensibilità sull’andamento del gioco, e su come regolarci in base a esso, può però venirci solo dall’esperienza dal vivo al tavolo. In mancanza di questa esperienza è meglio stare sempre dalla parte della prudenza: di solito è la scelta meno costosa.

Il successo nel Poker Texas Holdem richiede molta pazienza, grande attenzione alla posizione, e fiducia nel fatto che le buone mani iniziali vengono battute meno facilmente che in altre forme di Poker, e se ben condotte portano di solito a vincere il piatto.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *