Las Vegas violenta: Trickett aggredito fuori da un night club!

Avevamo appena finito di parlare poche settimane fa, nelle ultime news poker, di Sam Trickett contro Feldman, che nemmeno pochi giorni fa si è letto sui maggiori portali di poker news che il giocatore britannico è stato aggredito nella città di Las Vegas; il ventiseienne poker pro, reduce da uno stupendo secondo posto al torneo milionario Big One for One Drop, con una vincita di 10 milioni di dollari, è stato vittima di una brutale aggressione da parte di sei persone che lo hanno atteso fuori da un locale insieme alla sua fidanzata. Il motivo dell’aggressione non è ancora chiaro alla Polizia che pensa però alla rapina, visto anche la milionaria vincita di Sam di qualche ora prima; il britannico intanto ha “twittato” la notizia  e subito si è sparsa la voce anche tra gli addetti ai lavori. Purtroppo la metropoli americana non è nuova a questi episodi spesso riguardanti molti personaggi famosi e ricchi che incombono in questi episodi di violenza e aggressione; pochi giorni fa infatti, in un parcheggio del Rio Casinò, una violenta lite tra bande ha creato il panico tra passanti e ignari malcapitati che, tra pistolettate in pieno stile americano, si sono inseguite e scontrate per la strada, peccato solo che in quel luogo si stavano svolgendo le WSOP 2012! La speranza è quella di risolvere al più presto il caso in in paese in cui le indagini e le celerità nella risoluzione dei casi è una caratteristica ben definita; per ricordare un caso recente avvenuto da queste parti qualche anno fa, un certo Ronald Page prelevò per un errore elettronico dei circuiti bancomat la bellezza di un 1,5 milioni di dollari senza averla minimamente a disposizione! Il caso creò scalpore e incredulità ma la condanna che spettò al furbetto della situazione fu esemplare, una condanna di 9 anni e 4 mesi per “peculato mediante profitto per errore” con restituzione di tutta la somma sottratta! Per ora, ritornando al povero Sam, oltre alla faccia tumefatta e qualche contusione, si spera che non ci sia la beffa oltre al danno e che i malfattori vengano assicurati alla giustizia; il primo ad esprimere solidarietà a Trickett è stato il suo amico e collega Dhuamel, che essendo stato coinvolto in passato in una storia molto simile, ha deciso di portare conforto e aiuto a chi ne ha prese anche molte più di lui! Il mondo del poker on line è abituato in un certo senso a questo tipo di notizie, ma come si dice spesso, “al peggio non c’è mai fine”! Tanti auguri Sam!


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *