La Spagna riparte da EuroVegas e dal gambling!

La Spagna, che è alle prese con un tasso di disoccupazione davvero allarmante, ha scoperto una nuova risorsa per combattere ed arginare questo preoccupante fenomeno che ultimamente riguarda la stragrande maggioranza dei paesi europei; la news poker che ci giunge proprio dal paese iberico riguarda EuroVegas, un’area che sorgerà nella metropoli di Madrid e che secondo le previsioni creerà qualcosa come 240.000 nuovi posti di lavoro. Il Governo iberico, agendo molto d’astuzia, ha capito quali sono davvero le potenzialità del gambling e del mondo del poker on line in generale e ha deciso di investire circa 18 miliardi di euro divisi nell’arco di tredici anni; fregandosene di preconcetti e pregiudizi da parte dell’opinione pubblica, la Spagna ha deciso così di sfatare ogni tabù sull’argomento e ha individuato nel gambling il modo migliore per far ripartire sia l’economia del paese che l’occupazione. I fatturati previsti secondo le stime del governo sono molto alti e l’ottimismo è alle stelle, secondo alcune poker news che circolano nei principali siti di poker e scommesse, si prevede, da qui al 2005, un riscontro economico pari a 30 miliardi di euro con una stima di 10 milioni di visitatori all’anno. Il complesso dalle dimensioni strutturali davvero notevoli comprenderà ben sei aree tematiche che si ispireranno ad Europa, USA, Cina, Brasile, Russia e India: intorno ad EuroVegas verrà realizzato anche il nuovo progetto Barcellona World, che offrirà al suo interno una serie di attività di intrattenimento che ripercorrerà quella dell’affascinante mondo di Las Vegas e delle sale da gioco. Per i più grandi ci si potrà divertire nei vari casinò modernamente attrezzati mentre per i più piccoli ci saranno strutture e parchi giochi fatti a loro misura, insomma il divertimento concepito a 360 gradi  per tutta la famiglia. Nonostante la crisi economica che sta attraversando la Spagna in questi anni, si è deciso comunque di investire con il chiaro intento anche di offrire nuovi posti di lavoro e risanare in parte la drammatica piaga della disoccupazione; viene in mente subito l’Italia e la possibilità che anche qui si possa realizzare un simile progetto, ma nel nostro paese sono ancora tanti i pregiudizi ed è forte, nell’opinione pubblica, l’idea  che il gioco e il mondo del gambling sia un male da sconfiggere piuttosto che un’ottima risorsa da cui attingere! Lo sforzo economico da sostenere però è grande e nonostante le controversie e le opinioni negative, in Italia è a tutt’oggi quasi impossibile pensare alla realizzazione di un’opera del genere!


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *