La ripresa dopo il Black Friday

Dopo che molti players si sono visti congelare i propri fondi, a seguito del famoso black friday che ha colpito il mondo del poker statunitense, pare che la situazione stia trovando finalmente una conclusione: infatti, la maggior parte delle poker room si sta mobilitando sempre più insistentemente per tutelare i diritti dei giocatori ed effettuare ad ognuno di essi le operazioni di cash out. Pokerstars.com, ad esempio, è riuscita fino ad adesso a restituire ai sui giocatori la cifra di 100 milioni di dollari, non male pensando che fino a qualche tempo fà le operazioni di rimborso parevano solo un miraggio.

Un’altra importante casa da gioco, ovvero la Doyles Rooms, ha garantito il cash out in soli 3 giorni lavorativi, segno che effettivamente una ripresa generale stia sorgendo all’orizzonte.

Per chi non ne fosse a conoscenza, il Black Friday non è altro che il giorno dell’inizio della fine per il poker online negli Stati Uniti: infatti le inchieste condotte dal Dipartimento di Giustizia hanno portato i giocatori statunitensi a migrare altrove, congelando il proprio conto senza la possibilità di effettuare alcun prelievo.

 

 


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *