Joe Hachem play 42 vs QQ and AK

Immagine anteprima YouTube

Per molti, questa mano, può essere considerata fortunata, in realtà si possono notare gli errori commessi dai due opposti a Hachem. Il primo: callare con AK da middle position può essere corretto, visto che dopo di noi ci sono 4 players che devono ancora giocare, ma con un re-raise, possiamo far capire che la nostra starting hand è buona per essere giocata in heads up. Il secondo: il call con QQ da big blind è brutto a vedersi, perchè non ci dà informazioni sulla reale forza degli opposti. Questa è una chiara situazione in cui va fatta una giocata squeeze, contro rilanciando abbiamo la possibilità di vincere subito un buon piatto, oppure di giocarcelo contro un solo giocatore. Hachem, avendo rilanciato da Utg con la spazzatura, avrebbe sicuramente foldato, l’opposto con AK probabilmente callava per vedersi il flop. Ma veniamo appunto al fatidico flop: Hachem è stato sì fortunato, ma, soprattutto, è stato abile a costruirsi una certa immagine al tavolo precedentemente. Il suo stile di gioco ha condizionato gli altri players, permettendogli di eliminarne uno. Ricordo, comunque, che la mano è stata giocata alle WSOP di Las Vegas, in un clima di vera festa per il Texas Holdem, gioco sportivo.

Se avete  la vostra da dire, lasciate un commento.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *