Intervista a Alex Mantovani player italiano

La situazione del poker live tra menefreghismo, anarchia e rischio bische

“Mi è sembrato un po’ fuori luogo, un po’ anacronistica la celebrazione del poker con festival , frizzi, lazzi, in un momento dove il poker vero, quello giocato nei circoli, quello fatto di passione, aggregazione e magari quello che fa nascere qualche campione da immolare sui giornali ormai è stato sbriciolato”. E’ lo sfogo di Alex Mantovani, uno dei pokeristi più ‘anziani’, non tanto per l’età ma quanto per l’esperienza maturata sul campo in questi anni di poker live nel nord Italia. Una voce senza dubbio fuori dal coro e comunque autorevole per quello che riguarda il gioco fatto di carte 100% in plastica, chips in ceramica e panni verdi.

“E’ strano il fatto che i campioni, i volti noti, non abbiano speso neanche una parolina per i circoli che stanno morendo e, a parte qualche testata come la vostra, si parla sempre come se tutto andasse a gonfie vele ma così non è”.

Allarme gioco illegale, bische, tavoli fra amici che si stanno organizzando per fare un sit&go tra le mura di casa e staccare ogni tanto la lobby della poker room preferita.

Intanto si continua a giocare. Alcune questure hanno lasciato delle autorizzazioni in diverse parti d’Italia mentre in altre il giro di vite nei confronti del poker live è partito per davvero.

C’è chi continua a consegnare buoni spesa, chi da lo stesso premi in denaro, chi ha chiuso i battenti su ordine della questura locale come a Ravenna e a Forlì e chi ha già chiuso il locale e venduto i tavoli a qualche amatore.

Pare che nel Veneto ci sia addirittura un circolo dove gioca il questore che ha dato l’autorizzazione.

Che il poker online vada celebrato per i suoi risultati è fuori discussione ma c’è un popolo di players che va tutelato, ascoltato, protetto.

Scritto da Cesare Antonini

Fonte: gioconews


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *