Il Flop, una fase di gioco molto importante

flop

Tre mani su quattro si decidono con il Flop

Uno studio condotto su milioni e milioni di mani di Poker Texas Holdem ha indicato un dato molto interessante: il 71 percento delle mani si decide con il Flop. Cosa significa questo? Significa che in quasi tre quarti dei casi la combinazione che avremo dopo il Flop non migliorerà con il Turn né con il River. Con un solo turno di puntate, dunque, gran parte dei giochi sono fatti: possiamo sapere con grande probabilità quale sarà la nostra combinazione finale, e lo stesso vale per tutti i nostri avversari.

Per rimanere in gioco dopo il Flop, e quindi vedere il Turn, e ancora più il River, è assolutamente necessario avere un gioco forte, oppure una combinazione aperta ma con alto potenziale di vincita, oppure ancora una buona ragione per pensare che una nostra puntata indurrà i nostri avversari a lasciare. Poiché ci sono solo due carte dopo il Flop, e tenendo conto del fatto che tutti i giocatori possono formare la propria combinazione utilizzando le cinque carte comuni, ci sono molti meno miglioramenti del nostro gioco nel Poker Texas Holdem che in altri tipi di Poker come ad esempio lo Stud: questi miglioramenti del gioco in mano a un giocatore sono detti in inglese “draw-out”, cioè ribaltamenti, nei quali l’estrazione di una carta rende la nostra mano migliore di quella del nostro avversario. Questo ovviamente vale anche nel senso inverso: visto che nel Poker Texas Holdem vi sono cinque carte comuni che tutti possono usare per formare la propria combinazione, sarà altrettanto difficile per i nostri avversari superare il nostro punto con una delle ultime due carte che vengono scoperte sul tavolo. A titolo di esempio, se a noi è stata servita una coppia di Jack e a un nostro avversario una coppia di 9, la presenza di una coppia di 5 sul tavolo fa sì che entrambi si abbia una doppia coppia, ma che noi si resti in vantaggio. A meno che uno di quei 5 non abbia consentito a qualche altro giocatore di completare una scala, e una buona analisi delle carte sul tavolo può dirci se questo è possibile o meno, l’unico altro rischio di venire superati sta nella possibilità che qualche altro giocatore sia così fortunato da avere un 5 in mano, e formare così un tris. Ma in base alla matematica, queste ultime sono entrambe ipotesi con minore probabilità di verificarsi.

Il Flop deve rafforzare le nostre carte

Per quanto forti possano sembrarci le nostre due carte iniziali, il loro valore si riduce praticamente a nulla se il Flop non le supporta o le rafforza. Un concetto chiave è quello secondo cui il Flop deve ben combinarsi con le nostre carte, e può essere riassunto nella formula: “migliora o lascia”. Migliorare, in questo caso, non vuole necessariamente dire che la nostra combinazione sale di livello: se ad esempio abbiamo in mano una coppia, già il solo fatto che il Flop renda meno probabili le scale e i colori rafforza la forza relativa della nostra combinazione, anche se essa non si è in realtà spostata verso le più forti, sulla scala dei valori delle diverse mani possibili.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *