I pro del poker online si danno al coaching

Dopo il Black Friday, molte poker room statunitense hanno congelato il conto ai propri giocatori, senza poter garantire loro una futura eventuale possibilità di prelievo. Giocatori del calibro di Tom Dwan e Patrick Antonius non hanno potuto continuare l’action i quali erano soliti proporre ai tavoli di poker online, trovando in questi mesi una nuova occupazione inerente sempre al poker, questa volta non giocato direttamente ma coachando i diretti interessati. Poter ricevere lezioni da questi 2 fenomeni del poker online è comunque pura utopia, in quanto le cifre richieste sono esorbitanti: si parla di circa 6.000$ l’ora, con la possibilità di arrivare anche a 6.500$. Cifre rivolte solamente ai ricchi uomini d’affari, i quali potranno imparare i ruderi del gioco e cimentarsi in questo sport dove studio e disciplina vengono prima della tecnica.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *