Doping nel Poker

doping-poker

Per ottenere dei buoni risultati in una partita di poker un fattore determinante è la concentrazione. Osservare le mani, capire il gioco dell’avversario e adattarsi a questo: questo vuol dire giocare alla Texana.

Dopo un pò di tempo tuttavia, come è normale che sia, l’attenzione cala; non si è più freschi come inizialmente. Questo accade sia nel Live, che nell’ Online specialmente per chi fa tornei in rapida successione. Ecco così che i poker players tentanto di aumentare la soglia d’attenzione assumendo diverse sostanze.

Secondo uno studio della Nova Southeastern University in Florida, 1 giocatore su 3 assume Anfetamine.In particolare tale studio, basato su testimonianze diretta dei giocatori, ci dice che

Il 28% fa uso di psicofarmaci  anfetamine, dextroanfetamine e benzodiazepine

34% fumano marjuana, per essere più tranquilli

30% assume alcol, associandolo a integratori; il tutto farebbe essere più tranquilli

Tra le sostanze più comuni, sicuramente va ricordata la caffeina, usata dal 71% dei poker players, e gli energy drink ( RedBull) .

Se per gli energy drink, chiunque puo’ recarsi nei supermercati per comprarli;per le altre sostanze, il cui commercio è illegale, nasce il problema “spaccio“.Il 26% degli intervistati ha dichiarato di ricevere o comprare queste sostanze direttamente da altri giocatori.

Fare uso di farmaci, psicofarmaci non è per niente consigliato, perchè si tratta sempre di farmaci con i relativi effetti collaterali che ci sono sempre.Sicuramente l’uso di bevende energetiche è piu’ consigliato rispetto ai primi.

Ricordiamo sempre che il Poker è uno sport; non roviniamoci la vita assumendo droga per cercare di vincere di più.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *