Chiusura di altri circoli Poker in Italia

Il poker live in Italia, come risaputo, è illegale e fino a quando non verrà emessa alcuna politica strategica a riguardo, non sarà possibile cimentarsi nei tornei in tutti i circoli privati. Questa impossibilità, tuttavia, non scoraggia i più temerari, che sfidano la legge e costringono le autorità giudiziare ad emettere sentenze e chiudere i vari poker club. In questi giorni infatti, 3 circoli sono stati messi al bando dalle autorità competenti, in particolare Santa Maria degli Angeli e Bastia Umbra, in provincia di Perugia. Secondo la ricostruzione degli eventi, in questi luoghi si era solito disputare tornei da 30€ con montepremi garantito da 1.000€, per essere poi scoperti dalle forze dell’ordine a seguito del pedinamento di un dealer facente parte dell’oganizzazione.

Il blitz si è poi spostato a Torino dove è stato sequestrato un’altro poker club in cui si svolgevano regolarmente partite di texas hold em. Il poker live, quindi, è ancora sotto acque poco sicure e fino a quando non verranno disciplinate le regole del settore, in Italia il poker live nei circoli privati sarà sempre una meteora.


Related Posts:



Be Sociable, Share!

Scritto da: Pokerinweb

Condividi l'articolo su

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *